Progetto 2018 - Radichiamoci - Diocesi di Reggio Calabria Bova (RC)

Versione stampabileVersione stampabile

Titolo: RADICHIAMOCI

Proponente: NEMESIS Cooperativa Sociale srl

Descrizione del progetto:

Il progetto RADICHIAMOCI mira alla riscoperta e valorizzazione di una particolare arte, una tecnica antica che gode però di nuovo interesse e diviene volàno prezioso per il rilancio dell’artigianato. Ci riferiamo alla lavorazione delle icone bizantine, tradizione ben visibile nella regione calabrese, che tra le sue dominazioni ha visto anche importanti presenze dell’Impero Romano d’Oriente. Una simile eredità è un pregio artistico e patrimoniale, ma è altresì una via unica per tracciare percorsi di identità culturali e religiosi che ancora oggi contraddistinguono queste zone. Radichiamoci è stato ideato dalla Cooperativa Nemesis e sviluppato in partenariato con l’Azione Cattolica Diocesana RC- Bova, Parrocchia di San Luca Evangelista, Chiesa Ortodossa di San Paolo Apostolo dei Greci, Liceo Artistico M. Preti Frangipane, Ass.ne La Formica, Ass.ne ISMIA GREKA “Jalò tu Vua”; protagonisti di questo percorso, saranno studenti del IV anno del liceo artistico e adolescenti attivi all'interno delle parrocchie coinvolte. I partner saranno coordinati in maniera complementare e sistemica: l’invito alla laboriosità e all’idea dell’arte come aspirazione da sempre insita nell’uomo sarà promosso attraverso le testimonianze incrociate dei rappresentanti delle Chiese, degli iconografi e dei formatori; il contributo della scuola è fondamentale per garantire quella continuità tra educazione formale e non formale, per ampliare la rete educazionale e professionale e per favorire l’avvicinamento dei giovani a una cultura del lavoro pulito e, ove possibile, legato all’autoimpiego, grazie al contatto con le realtà associative coinvolte. Struttura: fase educativa(marzo- aprile 2018), finalizzata al confronto tra le due confessioni, all’importanza del dialogo e delle diversità come valore costruttivo per le comunità; alla visione dell’arte e del suo significato nella società, con particolare riguardo al mondo delle icone bizantine in Calabria, e alla riscoperta di un patrimonio immateriale altrettanto prezioso quale il greco antico di Calabria. I moduli saranno curati dalle associazioni partner, da esperti dei settori di interesse e da iconografi professionisti. Fase tecnica (aprile –giugno 2018) finalizzata alla creazione delle icone e mostra finale.I ragazzi apprenderanno le tecniche, scopriranno i materiali, l’importanza dei colori e dei tratti che distinguono questa particolare arte e ognuno potrà realizzare, sotto la guida di un’esperta, la sua personale icona. L’iconografa Letizia di Lorenzo terrà i corsi e supervisionerà i ragazzi durante la realizzazione dei lavori, affiancata dai formatori. Continuità operativa,(marzo- giugno 2018) che include la dimensione ormai imprescindibile per i nativi digitali, legata alle nuove tecnologie: sotto la guida di esperti di comunicazione creativa integrata e iniziative dal basso i ragazzi declineranno le loro competenze in materia di tecnologia in modo più costruttivo, impareranno a promuovere il progetto ed altre iniziative sui canali social e ad avviare campagne di crowdfunding. Gli incontri formativi si realizzeranno presso gli spazi messi a disposizione dalle parrocchie e presso i laboratori messi a disposizione dal liceo artistico. Lavorare in ambienti sempre diversi sarà utile per stimolare l’apprendimento trasversale dei giovani, favorire l’apprendimento alla pari e loro interazione dinamica e proattiva, vivendo contesti ben diversi da quelli tradizionalmente scolastici. La coop Nemesis, in quanto ente capofila ed esperta in educazione non formale, sarà presente a tutti gli incontri formativi, dividendosi tra il ruolo di facilitatore e coordinatore. Con accento all’alternanza scuola lavoro, il progetto illustrerà le dinamiche burocratiche e operative del terzo settore, oggi in grande espansione, mostrerà forme di lavoro atipiche, quali coworking e artigianato digitale, offrendo così ai partecipanti una panoramica completa delle trasformazioni del mondo del lavoro di cui saranno protagonisti.