CENTRARE L’IMPRESA, Il lavoro che cambia, start-up e autoimprenditorialità creativa

Versione stampabileVersione stampabile

Corso teorico-pratico sull’autoimpresa, promosso dal Movimento lavoratori di AC e FOCSIV con la Community ONG 2.0, per far acquisire la capacità di trasformare le idee e passioni in attività concrete e sostenibili, alternando teoria ed esercitazioni, relazioni ed esperienze dirette.



“CENTRARE L’IMPRESA,


il lavoro che cambia, start-up e autoimprenditorialità creativa”


Il Movimento Lavoratori è impegnato da tempo in una riflessione sulla pastorale d’ambiente che coinvolge anche i social network, che, in quanto luoghi, devono essere evangelizzati. La “connessione” ha contraddistinto le esperienze delle feste di San Giuseppe 2012 e 2013, in occasione delle quali parte della giornata ha visto le regioni connesse insieme tra reale e virtuale. Questa riflessione ora diventa servizio.


In un mondo in rapidissimo cambiamento, anche i metodi e gli strumenti per avviare attività imprenditoriali sono mutati. Per muoversi con agilità e intelligenza in questo nuovo contesto e saper cogliere le sfide dell'epoca moderna è fondamentale rinnovare linguaggi e categorie mentali.


“CENTRARE L’IMPRESA, Il lavoro che cambia, start-up e autoimprenditorialità creativa” è il titolo del corso teorico-pratico sull’autoimpresa, promosso dal Movimento lavoratori di AC e dalla FOCSIV con la Community ONG 2.0, per far acquisire la capacità di trasformare le idee e passioni in attività concrete e sostenibili, alternando teoria ed esercitazioni, relazioni ed esperienze dirette.


Un’idea assolutamente innovativa anzitutto per il tema, perché l’interconnessione sempre più pervasiva tra la vita e la rete web apre nuove straordinarie opportunità, ma richiede anche di acquisire linguaggi e categorie mentali nuove (particolare attenzione sarà infatti anche data alla crescita virtuosa ed eticamente orientata dell’impresa: produzione locale, km zero, biologico, valorizzazione immigrati, certificazioni di qualità, terreni confiscati alla malavita, etc.).


Innovativa per la sua concretezza: ogni partecipante sarà accompagnato nel far emergere le proprie qualità e capacità e nello scommettere sui propri talenti, per rimettere al centro il lavoro che come ha affermato papa Francesco in occasione della Festa di San Giuseppe lavoratore «ci “unge” di dignità».   Il Papa si riferisce esplicitamente a quanti, e «non solo giovani, sono disoccupati, molte volte a causa di una concezione economicista della società, che cerca il profitto egoista, al di fuori dei parametri della giustizia sociale». “Centrare l’Impresa” per rimettere al centro del lavoro l’uomo e “centrare l’impresa” per rimettere al centro dell’arena economica l’imprenditore.


Innovativa, infine, per la scelta di costruire questo corso insieme con altre organizzazioni cattoliche impegnate nello sviluppo sostenibile e nella formazione, membri della Consulta nazionale della Pastorale del Lavoro della CEI.


Obiettivo del corso


Il percorso è strutturato in due fasi. Nella prima parte, “Leggere il contesto”, i partecipanti saranno introdotti al tema ed invitati a maturare la propria idea imprenditoriale. Nella seconda, “Testare e lanciare la propria idea. Dalla teoria alla pratica”, si acquisiranno le metodologie e gli strumenti pratici per sviluppare il proprio progetto d’impresa.


Risultati attesi


Alla fine del corso i partecipanti avranno imparato a sapersi orientare nel mondo del lavoro odierno  online e offline, muoversi meglio tra leggi e normative per dare forma giuridica alla propria iniziativa e ricercare fonti di finanziamento, ma anche costruire una business strategy e stendere il proprio business model. 


A chi ci rivolgiamo


Il corso è rivolto a: giovani in cerca di prima occupazione o aspiranti imprenditori; giovani impegnati nel volontariato che intendano valorizzare la propria esperienza o trasformarla in attività imprenditoriale di taglio sociale; giovani e meno giovani che hanno già realizzato la propria attività e vogliono aprirsi a nuove prospettive, ampliare la propria offerta e migliorarne la proposta; imprenditori che vogliono riconvertire la propria attività; lavoratori (o ex lavoratori) che vogliono mettersi in proprio; rappresentanti di Ong o associazioni che vogliono rendere imprenditoriali ed autosostenibili le proprie attività in Italia. 


Come funziona questo corso


Il corso si svolge online, all'interno di un'aula virtuale (GoToWebinar). È necessario un pc e una connessione (webcam e microfono non sono obbligatori, ma vivamente consigliati). Durante gli incontri online si potrà interagire con i docenti e gli altri partecipanti con domande e interventi. Tra una sessione e l'altra si potranno svolgere esercitazioni. Tutte le sessioni sono registrate e possono essere seguite anche in differita, nel caso non si potesse essere presenti all’ora stabilita. Al termine del corso completo, su richiesta, ti sarà rilasciato un attestato di partecipazione.


Date, orari e costi


Il corso si svolge dal 3 febbraio al 14 aprile, tutti i lunedì in pausa pranzo, dalle 13 alle 15.


 


Iscrizioni


Iscriviti oggi e approfitta dell'early booking! Fino al 10 gennaio paghi il corso 250 euro. Compila questo modulo per pagare con carta di credito.


Se sei studente, disoccupato oppure sei semplicemente un aderente all'Azione Cattolica (previa verifica da parte degli organizzatori), approfitta del prezzo speciale di 200 euro. Compila questo modulo per pagare con carta di credito.


Il costo del corso completo è di 300 euro. Per pagare con carta di credito compila questo modulo


In alternativa, puoi pagare tramite c/c postale oppure bonifico bancario:


1) c/c postale n. 37515889 intestato a Volontari per lo Sviluppo, corso Chieri 121/6, 10132 Torino mettendo come causale il titolo del corso, specificando la tua email ed inviando la ricevuta al fax 011/8994700;


2) bonifico bancario intestato a C.I.S.V., IBAN: IT12T0501801000000000103402, mettendo come causale il titolo del corso.

Documenti: