In rilievo

Tracce i progetti vincitori

I quattro progetti vincitori di quest’anno sono:

- Liberare le storie:

link al video di presentazione:

News

Capracotta 2019

Ritorna, anche per l’anno associativo 2018/2019, il tradizionale campo scuola nazionale di formazione del Movimento Lavoratori di Azione Cattolica (MLAC)  che si terrà a Capracotta (Is) dal 21 al 25 Agosto.

Festa San Giuseppe 2019 - Lavoro di generazione in generazione

Lavoro di generazione in generazione La Festa di San Giuseppe è un appuntamento importante nella vita del Movimento Lavoratori di AC. Per il 2019, il MLAC propone di realizzare la Festa di San Giuseppe in prossimità di domenica 17 marzo, a seconda delle proprie preferenze. La Festa di San Giuseppe 2019 è pensata come un evento da realizzare a livello diocesano, ma ciò non toglie che possiate concordare con la delegazione regionale di realizzare la stessa festa a livello regionale. Il tema della Festa di San Giuseppe 2019 è “Lavoro di generazione in generazione”. Il tema si inserisce nel cammino del secondo anno del triennio associativo, poiché desideriamo renderci disponibili a generare ovvero «apprendere la virtù dell’incontro» (Vittorio Bachelet), accogliere l’invito a primerear (prendere l’iniziativa) e ad uscire fuori da sé per farsi prossimi e accompagnare i passaggi dell’esistenza di ciascuno curandone la vita spirituale. 

Vincitori bando edizione 2019 e assegnazione contributo

A seguito di deliberazione della commissione appositamente costituita e a seguito della proclamazione dei progetti vincitori del bando di progettazione sociale edizione 2019, si dichiarano vincitori dell'edizione 2019 i seguenti progetti:

Una Tregua di Natale

Il Natale è alle porte: lo notiamo dalle strade agghindate a festa nella nostra città, lo iniziamo a vivere con i molteplici calendari dell’Avvento che sempre più di frequente ci scambiamo, lo intendiamo addobbando le scuole, i negozi, le palestre, le chiese, le nostre case. Tutto intorno a noi brilla, nell’attesa della notte più suggestiva dell’anno, a cui ciascuno dà un proprio valore, ma che per tutti significa qualcosa. La luce della stella cometa brillava sopra i pastori che furono guidati a Betlemme. L’evangelista Luca scrive: «Oggi nella casa di Davide è nato per voi un Salvatore che è Cristo Signore. Questo per voi è il segno: troverete un bambino avvolto in fasce adagiato su una mangiatoia». Questo segno viene rinnovato ogni anno nelle nostre case con il presepe, tradizione che a Napoli è diventata arte. Sarebbe stato San Francesco d’Assisi a rappresentare la Natività per la prima volta a Greccio, realizzando un presepe vivente il 24 dicembre 1223.
Condividi contenuti