Hortus et labora

Versione stampabileVersione stampabile

Titolo: Hortus et labora
Gruppo Proponente: Hortus organizzazione di volontariato

Descrizione:

“Hortus et Labora” è un progetto di Hortus OdV che si pone due obiettivi: potenziare lo sportello di orientamento al lavoro già attivo da settembre 2020 e programmare eventi e modalità di promozione mirati.
Lo scopo primo è quello di diffondere sempre di più il concetto di carità proattiva, ovvero inquadrare le persone che vivono momenti di fragilità o di difficoltà, non unicamente come persone nel bisogno, ma anche persone con capacità e risorse da mettere a frutto. Questo quindi si traduce in un accompagnamento nella ricerca del lavoro, con la cura e le attenzioni di un servizio diocesano, ma anche con una professionalità specifica e una finalità rivolta all’autonomia della persona.
Persone con storie difficili alle spalle e spesso inoccupate da tempo, trovano a Hortus una possibilità di ripartenza con l’attivazione di tirocini di inclusione sociale. Tramite lavori negli orti o in cucina riprendono dimestichezza con le dinamiche lavorative (responsabilità, orari, lavoro in gruppo, relazioni positive, obiettivi, risultati). Parallelamente vengono invitate a dei colloqui specifici per preparare documenti e curriculum, focalizzare interessi e possibilità, motivare nella ricerca autonoma del lavoro e allo stesso tempo organizzare una rete di contatti per eventuali inserimenti lavorativi nelle aziende del territorio.

Il secondo obiettivo del nostro progetto è anche diffondere ed educare la cittadinanza a questa lettura per certi versi nuova e rivoluzionaria. L’ecologia integrale non può prescindere dall’impegno su temi sociali, ambientali, e di educazione alimentare.
“Hortus et Labora” prevede per questo:
- un percorso con la dietista Valentina Muollo, pensato per promuovere un’alimentazione sana e attenta al pianeta, che prevede approfondimenti online e un incontro finale dal vivo.
- una biciclettata presso la Foresta della Carpaneta (sito di ERSAF) per una giornata di festa e di comunità a impatto zero
- la creazione e la diffusione di account social (facebook e instagram) di Hortus OdV per raggiungere nel tempo e con continuità diverse tipologie di persone, modulando i nostri valori con le modalità più adeguate
- l’inaugurazione di un “albero della vita” da posizionare nella nostra sede e sul quale chiunque collabori con noi, potrà lasciare fisicamente la propria impronta. Questo ancora una volta per sottolineare l’importanza delle relazioni e della differenza che ogni gesto, seppur piccolo ed unico, concorre a costruire qualcosa di più grande in cui riconoscersi tutti e tutte.
 
Da sempre ci siamo mossi ispirandoci all’enciclica Laudato si’, dove “Tutto è connesso” si traduce in “Tutto è in relazione, e che la cura autentica della nostra stessa vita e delle nostre relazioni con la natura è inseparabile dalla fraternità, dalla giustizia e dalla fedeltà nei confronti degli altri” (n.70). Ecco quindi perché le coltivazioni di Hortus sono completamente naturali e perché rivolgiamo un’attenzione particolare ai materiali di imballaggio utilizzati nei mercati o nei catering. Anche il menu della nostra cucina è pensato per unire e non per dividere, per poter invitare tutti alla tavola imbandita: ortaggi, frutta, cereali, legumi uniti a latticini e uova, sono bagaglio culturale di ogni persona, indipendentemente dal paese d’origine. L’obiettivo di creare buone relazioni tra le persone e il Creato, anche tramite un consumo alimentare ragionato, sappiamo non può scindersi dalle buone relazioni all’interno della comunità.

Con rinnovato entusiasmo, ed una equipe formata e giovane, puntiamo sempre più a diffondere il nostro impegno, avendo ben chiari i valori costitutivi della nostra organizzazione: la centralità delle persone, la necessità di una maggiore cura del Creato, l'importanza del lavoro anche come spinta ad una inclusione effettiva nella comunità.