Sapori e Saperi

Versione stampabileVersione stampabile

Titolo: Sapori e Saperi: Ricette di una buona storia di generazioni
Gruppo Proponente: Azione Cattolica Giovani – Diocesi di Mileto – Nicotera – Tropea 

 

Descrizione:

L’intervento “Sapori e Saperi: Ricette di una buona storia di generazioni” è stato elaborato per sostenere un progetto volto allo sviluppo locale, basato sul coinvolgimento delle comunità parrocchiali che avvieranno una serie di attività alla scoperta della tradizione locale, per raccogliere le antiche ricette custodite dalle generazioni più anziane e tramandarle ai giovani per una promozione e diffusione che duri nel tempo. Insieme si proverà a insegnare i segreti più antichi, ma anche ad elaborare nuove rivisitazioni con creatività e innovazione. Il progetto prevede quattro fasi principali, in cui si coinvolgeranno volta per volta attori diversi: Nella prima fase verranno coinvolti i ragazzi e i giovani dei gruppi parrocchiali di Azione Cattolica che andranno alla ricerca delle più antiche ricette tradizionali nelle proprie famiglie, cercando di raccogliere ricette di tutti i periodi dell’anno, con ingredienti locali e genuini e con tutti i segreti per la preparazione. Nella seconda fase, dopo un’accurata selezione del materiale raccolto si stilerà un vero e proprio ricettario, sia cartaceo che digitale. Nella terza fase saranno avviate delle cooking class in cui le “nonne” cucineranno insieme ai ragazzi e ai giovani per tramandare tecniche, segreti, ingredienti e manualità antiche, ma nello stesso tempo i ragazzi si impegneranno a filmare il tutto per realizzare dei veri e propri video tutorial che saranno diffusi tramite la creazione di un canale social dedicato. Nella quarta ed ultima fase verranno coinvolte alcune classi dell’Istituto alberghiero di Vibo Valentia, alle quali consegneremo il ricettario e avranno il compito di elaborare insieme agli insegnanti nuove versioni di alcune pietanze scelte. Infine a conclusione del progetto organizzeremo una premiazione alla tradizione e all’innovazione: una giuria di professionisti cuochi e pasticceri valuterà il lavoro di nonni e nipoti per la categoria "Tradizione" e le ricette rivisitate dalle classi dell’alberghiero per la categoria "Innovazione". Si concluderà con una festa rivolta a tutti i partecipanti al percorso che sarà organizzata all’interno della suggestiva cornice di un’antica loggia della Tonnara locale. Il progetto ha alcuni obiettivi principali: la coesione delle comunità locali intorno alla cucina, un tema che lega da sempre tutte le generazioni, la riscoperta delle tradizioni culinarie fatte di ingredienti genuini, ma soprattutto attraverso tutto il percorso vogliamo far acquisire ai giovani la consapevolezza delle risorse locali, delle possibilità che la valorizzazione della cucina può offrire alla nostra provincia in tema di sviluppo turistico. Sono migliaia infatti i turisti che affollano la provincia di Vibo Valentia per circa 8 mesi all’anno, e forte è la richiesta di esperienze a contatto con la vita locale e la possibilità di imparare a cucinare è una proposta molto attrattiva. Di contro viviamo in un contesto di forte fragilità giovanile, poco lavoro e un territorio a rischio porta i giovani ad avere una prospettiva del futuro senza grandi speranze. A conclusione del progetto, il gruppo proponente si prefigge di riuscire a lanciare un’Associazione che si occupi di portare avanti il lavoro raccolto nei mesi precedenti e organizzare dei veri e propri corsi di cucina per turisti, in collaborazione con alcune persone di madrelingua che vivono qui in loco e che li potranno aiutare nelle traduzioni. La possibilità di innescare questi processi potrà rispondere a vari bisogni di un territorio spento dal punto di vista culturale e promuovere possibilità di sbocchi lavorativi. In ultimo tutto il progetto è anche pensato per coinvolgere gli anziani che spesso vivono nella marginalità e patiscono la solitudine, rilanciandoli come portatori di saperi e valori, facendoli sentire così utili e protagonisti nelle comunità.